Rapinano una filiale della Unicredit armati di taglierino: uno viene fermato dai carabinieri, altri due riescono a scappare. In corso le ricerche dei fuggitivi

Rapinano una filiale della Unicredit armati di taglierino: uno viene fermato dai carabinieri, altri due riescono a scappare. In corso le ricerche dei fuggitivi

VAIRANO S. – Nel primo pomeriggio odierno, in Vairano Scalo, 3 persone armate di taglierino hanno fatto  irruzione all’interno della locale filiale della banca Unicredit. Dopo aver legato uno dei dipendenti presenti, hanno intimato al cassiere di consegnare loro il denaro. Attivato l’allarme dopo qualche minuto é intervenuta la pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Vairano Scali che,  dopo una breve  colluttazione con i rapinatori é riuscita bloccarne uno, subito identificato in Speranza Salvatore, cl.1999, residente a Qualiano, mentre gli altri due sono riusciti a fuggire facendo perdere le proprie tracce. Indagini in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Capua volte all’identificazione ed al rintraccio dei fuggitivi.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese (CE), in Alife (ce), a seguito della segnalazione pervenuta al numero di pronto intervento 112, da parte di una donna, circa l’allontanamento dalla casa coniugale del proprio marito, con intenti suicidi scaturiti dalla richiesta di separazione avanzata dalla stessa, hanno tempestivamente avviato le ricerche che, poco tempo dopo, hanno consentito di intercettare l’uomo, nei pressi del ponte “dei briganti” ad Alife, immerso nel fiume Volturno sino alla cintura. Dopo vari tentativi da parte degli carabinieri di farlo desistere dal suo intento, l’uomo si è lasciato travolgere dalle acque in piena che, dopo averlo trascinato per alcuni metri, lo hanno spinto contro una roccia ivi presente. I carabinieri presenti sul posto si sono subito tuffati in suo soccorso, riuscendo ad afferrarlo ed a trascinarlo in salvo sulla riva. Il 42enne, visitato dai sanitari del servizio 118 ivi sopraggiunti, è stato trasportato presso l’ospedale civile di Sessa Aurunca per le cure del caso.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe (CE), in via delle Dune a Villa Literno (CE), nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno bloccato ed arrestato il cittadino nigeriano  Jack Stanley, cl. 1985, in Italia senza fissa dimora. A seguito di immediati accertamenti l’uomo è risultato destinatario di  un ordine di carcerazione  emesso della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento, per il quale dovrà scontare la pena di anni 2 e mesi 2  di reclusione per reati in materia di immigrazione e false dichiarazioni. Jack Stanley è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Commenta con Facebook