Accoltellò un uomo davanti al Duomo per questioni di parcheggio: 38enne finisce ai domiciliari

Accoltellò un uomo davanti al Duomo per questioni di parcheggio: 38enne finisce ai domiciliari

SANTA MARIA CV – Nella mattinata di ieri personale dipendente questo Commissariato, hanno proceduto a dare esecuzione all’ordinanza  Di Applicazione Di Misura Coercitiva nr. 7965/18 R.G.I.P., nr. O.C.C. 228/18 e nr. 10066/18 emessa in data 10/01/2019 dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Ufficio del Giudice per Le Indagini Preliminari a firma del Giudice Sergio ENEA con la quale si disponeva la misura degli arresti domiciliari con braccialetto di BORRIELLO Ciro nato a Torre del Greco in data 15.11.1981, poiché ritenuto responsabile, del delitto di tentato omicidio in danno di  FIORILLO Franco nato a Santa Maria C.v. in data 26.01.1977, ivi residente alla via Avezzana 8;

Ad epilogo di attività investigativa condotta dal personale di questo Comm.to , coordinata dalla Procura della Repubblica di S. Maria, hanno portato ad acquisire inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti del BORRIELLO Ciro, in ordine alla patita aggressione del FIORILLO fatti accaduti in data 20 settembre u.s. in Santa Maria C.V. alla via ROMA nei pressi del bar KENYA.

In particolare Gli agenti  di questo comm.to  allertati da una segnalazione giunta alla centrale operativa  si portavano nei pressi del bar Kenya in quanto era stata segnalata una persona  con vistose ferite al braccio. Una volta sul posto gli agenti  accertavano che  il ferito era stato trasportato da un avventore al locale pronto soccorso ove lo stesso veniva identificato per FIORILLO Franco il quale  immediatamente  sentito in merito ai fatti accaduti  riferiva di  di essere stato vittima di una aggressione da parte di un suo conoscente  a nome Borriello Ciro il quale di seguito ad una lite scaturita per futili motivi legati alla gestione del parcheggio dinanzi alla via Duomo, lo  aveva colpito più volte ed in diverse parti del corpo con un grosso coltello. Il FIORILLO nella ricostruzione dei fatti  specificava che il BORRIELLO aveva tentato di colpirlo al volto con il coltello e solo  grazie al gesto istintivo di coprirsi il capo con il braccio scongiurava il peggio.

Nel corso della ricostruzione delle’evento emergeva la ferocia e la rapidità con la quale il BORRIELLO portava assegno una pluralità di colpi tali da non poter consentire alla vittima  un benché minimo accenno di reazione se non quello di una difesa passiva, tale azione terminava solo quando il FIORILLO si accasciava a terra, mentre il BORRIELLO si dava alla fuga rendendosi irreperibile.

Nel corso delle indagini  poste in essere nel’immediatezza dei fatti permettevano di rinvenire nei pressi del luogo teatro dell’evento  un grosso coltello debitamente posto a sequestro.

 

 

 

 

 

FIORILLO Franco ricoverato presso la struttura ospedaliera con un prognosi di gg 30 s.c. per ferite da taglio avambraccio sx con compromissione neuro vascolare e ferite da taglio fianco sx e regione scapolare sx.

L’ordinanza restrittiva è stata eseguita nella mattinata di ieri dal personale di questa squadra investigativa che lo hanno rintracciato presso la sua abitazione e condotto negli uffici di questo Comm.to per le incombenze di rito, dopo di che è stato tradotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Commenta con Facebook