Atletico Nuova Pignataro: un avvio di stagione disastroso, ma risalire si può

Atletico Nuova Pignataro: un avvio di stagione disastroso, ma risalire si può

Chiusa la prima annata nel campionato di Seconda Categoria, con un lusinghiero settimo posto finale (figlio di 8 successi, altrettanti pareggi e 10 sconfitte per un totale di 32 punti) dopo aver battagliato per la prima parte di campionato per i play off, l’Atletico Nuova Pignataro è ripartito per la stagione attuale con l’obiettivo di migliorarsi. Finora purtroppo i risultati non sono stati quelli attesi, sebbene, il club si dicesse pronto e voglioso all’inizio di questa nuova avventura: “Poche settimane e poi si riparte alla grande per una nuova avventura calcistica: l’ASD Atletico Nuova Pignataro si appresta a vivere un’annata da protagonista. La società e gli addetti ai lavori sono già in campo per allestire una squadra competitiva che possa regalare gioie e vittorie e tutto l’ambiente calcistico pignatarese. I punti di forza di società, allenatore e calciatori tutti saranno entusiasmo, grinta e determinazione. Non ci resta dunque di attendere la data dell’inizio della preparazione atletica per seguire, fin da subito, questi ragazzi. Ai suoi tifosi e sostenitori l’invito a seguirci e stare al nostro fianco come avete sempre fatto”.

Purtroppo a questo entusiasmo non hanno fatto seguito i risultati, che sono stati molto scadenti. Dopo 8 partite disputate, infatti, l’Atletico Nuova Pignataro vanta appena 5 punti nel Girone C della Seconda Categoria. Un solo successo fin qui conquistato, 2 pareggi e ben 5 sconfitte. All’attivo appena 7 gol realizzati, contro i 18 subiti.

L’inizio è stato subito in salita con un ko per 3-1 tra le mura amiche dello Stadio Comunale contro la Virtus Gioiese. Autore del gol della bandiera Guglielmo Rea a cui hanno risposto una doppietta di Cembalo e una rete di D’Abbiero. Alla seconda giornata un’altra sconfitta per mano del New Cales per 2-0 a causa dei gol messi a segno da Monaco e Luiso. Per i primi punti stagionali bisogna attendere la terza giornata, quando l’Atletico Nuova Pignataro manda al tappeto il S. Andrea del Pizzone dinanzi al pubblico di casa. Risultato finale 1-0 grazie al gol di Antonio Martone. I primi tre punti in classifica sembrano ringalluzzire l’Atletico che nella giornata successiva pareggia 2-2 sul campo della Tonino Cisterna. Una gara con un prima frazione troppo timoroso da parte della Tonino Cisterna, troppo agitata, che concede il gol dell’1-0 agli ospiti con Martone. Da lì in poi, però, parte la gara dei padroni di casa. Ottima azione di Taddeo, passaggio verticale per Ricci che non può fallire e realizza il punto del pari. 1-1 al 45’ e squadre negli spogliatoi. Al rientro arriva quasi subito la rete dei casertani, su un traversone che trova Della Valle, che con un sontuoso stacco di testa fa 1-2. I padroni di casa gettano in campo Benedetto Andrea, Benedetto Claudio e l’enfant prodige Ferraro e i tre nuovi innesti danno nuova verve al match. E infatti dopo una bella azione manovrata Benedetto Andrea trova l’assist vincente per Ricci che di testa non può esimersi dal fare 2-2. La Cisterna si costruisce ancora due nitide chance per andare in vantaggio, ma prima Ferraro si inventa un numero superlativo mettendo male il cross per l’accorrente Benedetto Andrea, poi Capitan Mainolfi ci prova con una bellissima conclusione dalla distanza con la palla che fa la barba alla traversa. Il 2-2, così, non si schioda fino al 90’.

Alla quinta giornata arriva un altro pari per l’Atletico Nuova Pignataro, che in casa impatta per 1-1 contro il San Salvatore Calcio. Reti di Francesco Di Bernardo per i casertani e di Geloso per gli ospiti. Alla sesta giornata arriva il capitombolo che non ti aspetti con l’Atletico Nuova Pignataro che esce malamente dalla sfida contro il fanalino di coda del campionato, il Castel Morrone 2015 che si impone addirittura per 3-0. Mattatore della gara lo scatenato Di Lorenzo, autore di una tripletta. Un ko, però, che non è andato giù alla compagine pignatarese, che non ha apprezzato il comportamento della federazione, la quale ha lasciato disputare il match nonostante mancassero le condizioni per poter scendere in campo.

Alla settima un altro ko, sempre perentorio contro il Real Piedimonte Calcio per 4-1. Bissato dopo appena una settimana dall’1-3 interno contro il Valle.

Un ruolino di marcia disastroso, che però deve trovare pronti i casertani a riprendersi, perché risalire la china è possibile. D’altronde anche Betway crede che nella lotta per la retrocessione dalla Premier League, i due attuali fanalini di coda non siano gli sfavoriti assoluti. La retrocessione di Fulham e Southampton è infatti quotata rispettivamente 1.83 e 3.25, a fronte di 1.53 per Burnley e Huddersfield e l’1.72 del Cardiff (quote al 12 dicembre 2018).

C. S.

Commenta con Facebook