Piattaforma per i rifiuti: su proposta dell’opposizione, il Consiglio comunale di Pignataro Maggiore vota all’unanimità la propria contrarietà al progetto. La minoranza invia anche una nota all’Utc per la redazione del parere in conferenza dei servizi | caleno24ore

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Piattaforma per i rifiuti: su proposta dell’opposizione, il Consiglio comunale di Pignataro Maggiore vota all’unanimità la propria contrarietà al progetto. La minoranza invia anche una nota all’Utc per la redazione del parere in conferenza dei servizi

PIGNATARO M. – Ieri mattina (12 aprile) si è svolta la seduta del Consiglio comunale di Pignataro Maggiore – convocata grazie alla mozione presentata dai gruppi di minoranza “Noi con il Cuore” e “L’Altra Pignataro” – in merito al progetto di realizzazione di una “Piattaforma polifunzionale per la gestione dei rifiuti (pericolosi e non) nell’area industriale di Pignataro Maggiore.

In apertura dei lavori, il capogruppo consiliare Piergiorgio Mazzuoccolo  ha sottolineato che l’organo collegiale avrebbe dovuto adottare un formale atto deliberativo per impedire, in sede di conferenza dei servizi, il rilascio alla società dei fratelli Gentile (soggetto imprenditoriale che vorrebbe localizzare l’impianto) delle autorizzazioni richieste alla Regione Campania. Diniego che il Comune potrebbe motivare sia per le palesi criticità evidenziate nel progetto, sia in virtù della delibera consiliare adottata nel 2014 nel precedente mandato. L’opinione di Mazzuoccolo è stata condivisa dall’altro esponente dell’opposizione, Gaetano Fucile, il quale ha sottolineato che nei pressi dell’insediamento vivono settanta famiglie e che vi sarebbero delle indagini preoccupanti relativamente all’inquinamento del sottosuolo e dell’atmosfera nella zona.

Per il gruppo di “Ricoloriamo Pignataro”, ha preso la parola il sindaco Giorgio Magliocca , il quale ha ribadito il no della maggioranza al progetto e ha preannunciato la stessa posizione anche per la Provincia di Caserta (di cui è presidente). Su quest’ultima posizione, tuttavia, il consigliere Mazzuoccolo ha eccepito che proprio l’Ente provinciale, in sede di Conferenza dei servizi, non era stato così risoluto nell’opporsi al progetto. La seduta si è conclusa con una proposta di delibera (che è possibile leggere ingrandendo l’immagine a lato) presentata dalla minoranza. Proposta che è stata approvata all’unanimità.

Nel frattempo vi proponiamo i motivi del no alla piattaforma rifiuti, redatta dai consiglieri comunali di minoranza, che è stata inviata all’Ufficio tecnico comunale per la redazione del parere in sede di conferenza dei servizi.

All’Ufficio Tecnico Comunale 

Al Segretario Comunale

                                                                                                                           E p.c. ………………. Presidente del Consiglio Comunale 

“ “”..…………A tutti i componenti del Consiglio Comunale

Oggetto: Delibera Consiglio Comunale del 12.04.2018 avente ad oggetto “progetto realizzazione di “Piattaforma Polifunzionale per la gestione dei rifiuti pericolosi”. Precisazione.

Premesso che il Consiglio Comunale all’unanimità in data odierna 12.04.2018, ha espresso e deliberato il proprio diniego alla realizzazione dell’ impianto di gestione rifiuti, facendo propria la delibera del Consiglio Comunale n° 15 del 12.06.2014, richiamando in particolare il punto 11 della medesima delibera;

considerato che in virtù del punto n° 11 della suddetta delibera “..non sono ..possibili ulteriori insediamenti di cogenerazione e impianti che trattino, stocchino, smaltiscono o recuperino rifiuti industriali, pericolosi e speciali, o che per tipologie di sostanze usate o di lavorazione, rientrino nella classificazione delle industri che devono richiedere autorizzazione per significative emissioni in atmosfera di cui all’art. 269 D. Lgs. 152/2006 e per le attività ricadenti negli allegati del medesimo articolo. Il contingente divieto è riferito alle categorie di attività industriali indicate nell’allegato VIII alla parte II del D. Lgs. 152/2006”;

rilevato che tra le categorie di attività elencate nel suddetto allegato, al punto 5.1 (e quindi vietate per delibera) vi è lo smaltimento o il recupero di rifiuti pericolosi, con capacità oltre 10 MG al giorno, che comporti il ricorso ad una o più delle seguenti attività: a) trattamento biologico; b)trattamento fisico-chimico..ecc.,

si consideri quanto segue :

L’attività così come descritta dalla proponente è chiaramente di tipo chimico-fisico (soil washing).

Inoltre dalla relazione di sintesi non tecnica ( tav. 18.101.04V.0005) depositata agli atti della Conferenza dei Servizi dalla ditta proponente, emerge che il quantitativo di rifiuti è di molto superiore alla soglia che sarebbe consentita, ed in particolare :

1 – trattamento terreni : è prevista una quantità pari a 15 MG/h per 12 ore per 330 giorni l’anno, quindi un totale di 59.400 Mg/ anno pari quindi a 180 Mg al giorno, trattato con sistema trattamento ex situ di residui solidi basato su meccanismi fisici e/o chimici (pagg. 26 e 27 della relazione di sintesi non tecnica).

2 – trattamento stabilizzazione/solidificazione : l’impianto verrà dimensionato per trattare un quantitativo complessivo di circa 15 Mg/h, funzionerà per 8 ore al giorno e per 330 giorni l’anno, quindi un totale di 39.600 Mg/anno, pari a 120 Mg al giorno: anche questo trattamento avverrà con reagenti chimici (pagg. 31-34 relazione di sintesi non tecnica ).

Ergo i quantitativi previsti superano di gran numero il limite minimo previsto dalla Delibera di Consiglio Comunale n° 15 del 12.06.2014 in virtù dell’espresso richiamo dall’allegato VIII, e pertanto, in virtù della stessa delibera e della delibera odierna, va reso parere negativo ed ostativo al progetto proposto ed in tal senso va precisata la nota prot. N° 8693 del 05.09.2017 del Comune di Pignataro Maggiore acquisita al protocollo regionale n° 589513 del 07.09.2017, oltre agli altri motivi ostativi espressi in delibera.

Si allega:  ALLEGATO VIII alla parte II^ D. Lgs. 152/2006.

Pignataro Maggiore, 12.04.2018

I consiglieri Comunali

Bonacci Maria……….De Lucia Giuseppe …..…Fucile Gaetano………Mazzuoccolo Piergiorgio

Commenta con Facebook

Condividi i nostri articoli

DeliciousGoogleYahooBloggerMyspaceRSS