L’Epifania porta via anche il “Villaggio di Natale 2017” e i mugugni per un’edizione tutt’altro che esaltante | caleno24ore

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’Epifania porta via anche il “Villaggio di Natale 2017” e i mugugni per un’edizione tutt’altro che esaltante

La pagina sponsorizzata dell'evento su Facebook

PIGNATARO M. – Doveva essere il remake dell’edizione precedente e, invece, il Villaggio di Natale 2017 non ha raccolto lo stesso successo della prima edizione. La kermesse organizzata dalla Pro Loco Pinetarium, forse a causa delle non sempre favorevoli condizioni meteorologiche o del calo di interesse della cittadinanza, ha costretto i promotori dell’evento a mostrare nella miriade di inviti – tutti sponsorizzati su Facebook – le foto della scorsa edizione che aveva visto una buona partecipazione di persone provenienti anche dai paesi limitrofi. Le immagini di questa tornata sono state diffuse con il contagocce. Il clima natalizio, inoltre, pare essersi raffreddato anche per la diminuzione delle casette e per l’apertura saltuaria delle nove strutture montate nel parco San Giorgio. A tali criticità si aggiungerebbero anche le critiche per quanto accaduto in occasione del tradizionale spettacolo di fuochi pirici del 31 dicembre che già dall’anno scorso, proseguendo nel progressivo allontanamento degli eventi da piazza Umberto I, aveva avuto luogo nell’area collinare. Quest’anno, infatti, il tanto atteso evento si è svolto di nuovo in località Monteoliveto anticipando addirittura di qualche minuto l’accensione dei fuochi, ma con una cornice di pubblico tutt’altro che gratificante per gli organizzatori. Insomma, nonostante l’indefesso impegno della Pro Loco cittadina, la manifestazione pare non abbia lasciato il segno. Nonostante i differenti risultati tra le prime due edizioni, va sottolineato che nel 2016, per il cartello di manifestazioni preparato dalla CIDEC,  il Comune di Pignataro Maggiore aveva stanziato 27.772,5 euro (ai quali si sommarono 2.227,50 euro di contributo della Camera di Commercio di Caserta), circa tremila euro in più rispetto ai 24.500 di quest’anno – anche se vanno aggiunti i mille euro stanziati per il presepe vivente e mille euro concessi all’associazione “Amici della Musica” per iniziative inserite comunque nel cartellone della kermesse. Una differenza non significativa a tal punto da giustificare una diversa e più deludente resa in termini di partecipazione.

Red.

 

 

 

 

Commenta con Facebook

Condividi i nostri articoli

DeliciousGoogleYahooBloggerMyspaceRSS

2 Responses to L’Epifania porta via anche il “Villaggio di Natale 2017” e i mugugni per un’edizione tutt’altro che esaltante

  1. ottaviano

    12 gennaio 2018 at 12:56

    CHE DELUSIONE. ROBA DA DENUNCIARE .SOLDI “NOSTRI” SPESI SENZA RAGIONE.

  2. Antioco

    14 gennaio 2018 at 02:39

    Magliocca, il carrierista, pensa al parlamento ormai…e la Pro loro è guidata da cultura zero!
    I colori nell’illusione, bugie e incapaci.