Decadenza dell’assegnazione del lotto cimiteriale: il Tar ha respinto il ricorso della vedova del boss mafioso Gaetano Lubrano contro il Comune di Pignataro Maggiore – Pubblichiamo il testo integrale della sentenza | caleno24ore

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Decadenza dell’assegnazione del lotto cimiteriale: il Tar ha respinto il ricorso della vedova del boss mafioso Gaetano Lubrano contro il Comune di Pignataro Maggiore – Pubblichiamo il testo integrale della sentenza

PIGNATARO MAGGIORE – La settima sezione del Tribunale amministrativo regionale della Campania di Napoli, con la sentenza numero 4514/2018, ha respinto il ricorso di Giuseppina Orlando (vedova del boss mafioso Gaetano Lubrano, morto nel 1989) contro il Comune di Pignataro Maggiore e l’ha altresì condannata al pagamento delle spese di giudizio liquidate in  2.000 Euro oltre accessori di legge. Come si legge nell’appena citata sentenza, “con atto notificato in data 11 marzo 2014 e depositato il successivo 9 aprile, Giuseppina Orlando ha impugnato il provvedimento del Comune di Pignataro Maggiore del 24 dicembre 2013, notificatole in data 10 gennaio 2014, di decadenza dell’assegnazione del lotto cimiteriale identificato con il n. 8, ubicato nell’area cimiteriale di ampliamento sud, per la costruzione di una cappella funeraria, assegnato al defunto coniuge”.

La vicenda è ovviamente al centro dell’attenzione a Pignataro Maggiore, data la notorietà dei personaggi coinvolti. Giuseppina Orlando, infatti, è cugina dei fratelli Angelo e Lorenzo Nuvoletta di Marano di Napoli (entrambi defunti), punto di riferimento di Cosa Nostra in Campania. Gaetano Lubrano (fratello tra l’altro di Vincenzo Lubrano, anch’egli defunto, consuocero di Lorenzo Nuvoletta) era il “consigliere” della potente e sanguinaria cosca Nuvoletta e partecipò alla famigerata riunione tenutasi a Marano di Napoli in cui fu presa la decisione di assassinare il giornalista Giancarlo Siani.

Pubblichiamo il testo integrale della citata sentenza numero 4514/2018 del Tar di Napoli.

orlando-giuseppina-sentenza-tar

Rassegna Stampa

articolo di Rosa Parchi

da pignataronews.myblog.it

Commenta con Facebook

Condividi i nostri articoli

DeliciousGoogleYahooBloggerMyspaceRSS