Stabilizzazione degli ex dipendenti del Consorzio Unico della “monnezza” presso il “cantiere vitulatino”, Walter Celestino (Sindacato Azzurro) ricorda al neo Sindaco Russo che l’iter non risulta ancora concluso del tutto | caleno24ore

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Stabilizzazione degli ex dipendenti del Consorzio Unico della “monnezza” presso il “cantiere vitulatino”, Walter Celestino (Sindacato Azzurro) ricorda al neo Sindaco Russo che l’iter non risulta ancora concluso del tutto

VITULAZIO – La Segreteria Provinciale di Caserta del “Sindacato Azzurro Faila”, nella persona del sindacalista Pasquale Walter Celestino, attraverso una nota inviata al Presidente della Regione Campania (Vincenzo De Luca) ed al Prefetto di Caserta (Raffaele Ruberto) oltre che a diversi Sindaci della Provincia di Caserta, tra cui quello del Comune di Vitulazio, avvocato Raffaele Russo, ha segnalato la questione del “servizio Igiene Urbana richiesta Passaggio di Cantiere – Inosservanza attuazione Legge Regionale n° 14 del 26 Maggio 2016 Art. 44 – stabilizzazione dipendenti CUB aventi diritto cantiere di Vitulazio”. Dalla nota di Celestino inviata al Sindaco Russo di Vitulazio e trasmessa anche ad altri Comuni del casertano, si legge: “considerate le nostre precedenti note in merito inoltrate e rimaste prive di riscontro, la scrivente organizzazione sindacale, rappresenta quanto segue: Inadempienza in attuazione di quanto previsto dalla legge Regione Campania “Norme di attuazione della disciplina europea e nazionale in materia di rifiuti”  del 26 Maggio 2016 n° 14 – art. Art. 44 (Ricollocazione lavorativa del personale già dipendente dei Consorzi di Bacino), il quale prevede che: fatto salvo quanto previsto dall’articolo 202 del decreto legislativo 152/2006 in conformità a quanto disciplinato degli atti di affidamento, è fatto obbligo al soggetto affidatario di utilizzare, le unità’ di personale dei Consorzi di Bacino della Regione Campania costituiti ai sensi della legge regionale 10 febbraio 1993, n. 10 (Norme e procedure per lo smaltimento dei rifiuti in Campania) e delle società̀ da essi partecipate, anche in via indiretta, già dipendenti alla data del 31 dicembre 2008, ancorché interessate da collocazione in mobilità, sospensione o cassa integrazione ovvero da licenziamenti per fatti non imputabili ai lavoratori e per i quali pende contenzioso in sede giurisdizionale, con priorità per il personale assunto alla data del 31 dicembre 2001. Fino al completo reimpiego delle unità di personale dei Consorzi di Bacino della Regione Campania è vietato procedere a nuove assunzioni per lo svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, preso atto dell’avvenuto processo presso la prefettura di Napoli della certificazione e  bollinatura delle liste inerenti al personale CUB avente diritto ad essere stabilizzato presso i comuni delle provincie di Napoli e Caserta soci per legge del Consorzio Unico di Bacino delle Provincie di NA/CE, in base alle quote consortile detenute dagli stessi comuni all’interno del Consorzio, prevalendo come requisito e criterio di priorità oltre a quelli stabiliti dalla legislatura vigente quello della cantierizzazione e residenza anagrafica, accertato che al comune di Vitulazio come da certificazione CUB pianta organica redatta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri dall’allora Sottosegretario Dott. Guido Bertolaso agli atti trasmessa dal Consorzio al comune stesso, spettano n° 18 dipendenti così ripartiti: n° 14 operativi, n° 2 amministrativi, n° 2 intercantiere, considerato che alla data odierna, risulta ancora non concluso del tutto il processo di stabilizzazione di tutto il personale CUB avente diritto, richiamate tutte le leggi vigenti in materia in particolare la Legge Regionale sopra citata Art. 44, preso atto della nota della Regione Campania a voi inviata nel mese di febbraio c.a. con la quale la stessa diffidava l’ente  a non procedere a nuove assunzione e a regolarizzare il passaggio di cantiere a favore dei lavoratori CUB aventi diritto, preso atto altresì che in un precedente verbale di passaggio di cantiere dal CUB a soggetto privato l’amministrazione del comune di Vitulazio si dichiarò favorevole a adempiere agli obblighi di legge in merito ad ulteriore personale CUB avente diritto all’entrata in vigore degli ATO/EDA, ravvisato che ad oggi detti organi sono regolarmente operativi come da legge 14/2016, considerato che l’attuale società che gestisce il servizio si avvale per l’espletamento del servizio di personale ex novo non cantierizzato presso il cantiere di Vitulazio cosi come disciplinato anche negli atti di gara dal comune, con la presente al fine di discutere le problematiche di cui sopra e regolarizzare il passaggio di cantiere a favore dei lavoratori CUB aventi diritto per legge al cantiere del Comune di Vitulazio, si chiede al comune di Vitulazio nella persona del sindaco di convocare un Urgente incontro in merito congiuntamente alla società che svolge il servizio di igiene urbana e al Consorzio Unico di Bacino, ravvisando che in assenza di riscontro, la scrivente O.S. a tutela dei diritti dei lavoratori attiverà le giuste procedure  di legge in merito”.

CS

Commenta con Facebook

Condividi i nostri articoli

DeliciousGoogleYahooBloggerMyspaceRSS