Arrestati tre imprenditori napoletani, sono accusati di intestazione fittizia di beni per agevolare i clan Contini e Sarno | caleno24ore

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arrestati tre imprenditori napoletani, sono accusati di intestazione fittizia di beni per agevolare i clan Contini e Sarno

NAPOLI – A conclusione di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli, personale del Centro Operativo D.I.A., sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal  GIP del Tribunale di Napoli nei confronti di tre  fratelli residenti in Posillipo, noti imprenditori nel settore della commercializzazione e distribuzione di giocattoli in ambito nazionale, con  interessi anche nel settore delle agenzie di scommesse,  della ristorazione ed in un noto locale pubblico presso il quale vengono organizzate serate danzanti ed eventi musicali.

La misura cautelare riguarda anche le mogli di due degli imprenditori ed un terzo soggetto, ritenuto prestanome. Gli arrestati sono gravemente indiziati di intestazione fittizia di beni con l’aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare le attività dei clan camorristici CONTINI e SARNO.

La D.I.A. di Napoli, contestualmente, sta eseguendo il sequestro di numerose attività commerciali, in particolare depositi e negozi per la commercializzazione e distribuzione di giocattoli ubicati in Napoli, in provincia e nel casertano, un bar – ristorante in zona Chiaia, un’agenzia di scommesse nella zona centrale di Napoli (piazza Mercato) ed una nota discoteca nella zona di Coroglio.

C.S.

Commenta con Facebook

Condividi i nostri articoli

DeliciousGoogleYahooBloggerMyspaceRSS