Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Terra di Monnezza”: ancora una volta un imprenditore vuole portare un impianto per il trattamento dei rifiuti nell’Agro caleno. Questa volta tocca a Pignataro Maggiore

PIGNATARO M. – Non bastano l’ex pozzi, gli impianti della Gesia, della Dhi e della miriade di imprenditori che hanno portato la loro attività di smaltimento di rifiuti (pericolosi e non) nell’Agro caleno. C’è sempre qualcuno intenzionato a portare impianti per la gestione dei rifiuti in quella che ormai sembra essere diventata una terra che conosce soltanto discariche e impianti insalubri. Nella “roulette della monnezza” questa volta è toccato a Pignataro Maggiore.

La ditta Fratelli Gentile F&R srl, con sede legale a Casoria, ha chiesto l’Autorizzazione integrata ambientale e – contestualmente – la Valutazione di Impatto Ambientale per la localizzazione di una piattaforma polifunzionale per la gestione dei rifiuti pericolosi e non sulla strada statale Appia nel territorio pignatarese. L’impianto dovrebbe occuparsi delle attività previste dai codici IPPC 5.1 (smaltimento o recupero di rifiuti pericolosi), IPPC 5.3 (smaltimento di rifiuti non pericolosi) e IPPC 5.5 (accumulo temporaneo di rifiuti pericolosi).

La Fratelli Gentile è una società del napoletano nata nel 1985 come azienda fornitrice di servizi di trasporto di rottami metallici. Nel corso degli anni si è progressivamente specializzata nello sviluppo di diversificati servizi alle imprese, come attività di: raccolta, trasporto, cernita, stoccaggio e smaltimento di tutte le tipologie di materiali recuperabili (plastica, carta, metalli, ecc.), e di tutte le tipologie di rifiuti speciali, pericolosi e non.

In merito alla concessione delle autorizzazioni, adesso la palla passa agli Enti competenti (la Regione Campania, la Provincia di Caserta, il Comune di Pignataro Maggiore, l’Asl, l’Arpac e l’Ato2 Campania) che dovranno esprimere un parere sulla richiesta.

Red.

Leggi la comunicazione della Regione:

nota_regione_campania_prot-_n-_5000-2017-1-1

Commenta con Facebook

Condividi i nostri articoli

DeliciousGoogleYahooBloggerMyspaceRSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *