Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Nella costruzione della “Original Birth Spa” spunta anche la RDP riconducibile a Nicola Palladino

Palladino è finito in carcere nell'ambito dell'operazione "Il principe e la (scheda) ballerina"

PIGNATARO MAGGIORE – Clamorosa svolta nelle vicende del nuovo stabilimento della “Original Birth Spa” (produzione autoricambi, in metallo e con l’attività di stampaggio gomma e materie plastiche), costruito a Pignataro Maggiore nell’ambito dei progetti dell’azienda con sede legale a Villaricca facente capo alla famiglia Chianese, originaria di Marano di Napoli. Spunta, infatti, l’ombra minacciosa di Nicola Palladino, l’imprenditore del calcestruzzo di Pastorano (stabilimento CLS) arrestato il 6 dicembre 2011 nell’ambito di un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli sul “clan dei casalesi” e da anni indicato in atti giudiziari e in inchieste giornalistiche quale esponente della “camorra imprenditrice” operante agli ordini di Francesco Schiavone “Sandokan” e Michele Zagaria, entrambi boss che non hanno bisogno di ulteriori presentazioni.

Il coinvolgimento di Nicola Palladino nella costruzione dello stabilimento della “Original Birth Spa” è ufficialmente certo sulla scorta di un documento agli atti dell’Ufficio tecnico del Comune di Pignataro Maggiore (che in precedenza aveva rilasciato il permesso di costruire a beneficio della famiglia Chianese), quello recante il numero di protocollo in arrivo 4867 del 27 maggio 2010. In tale documento si afferma che l’impresa esecutrice è la “RDP costruzioni Srl”, con sede legale in Pignataro Maggiore, via Vittorio Veneto, 140, di cui risulta essere amministratore unico Giovanni Ricciardi, nato a Pignataro Maggiore nel 1964 e residente a Camigliano. Ma che significa la sigla “RDP”? Corrisponde a tre cognomi: Ricciardi, D’Amico e – ovviamente – Palladino. Ricciardi fa riferimento, appunto, a Giovanni Ricciardi e al padre Giuseppe; D’Amico, al figlio dell’imprenditore Aniello D’Amico; Palladino, al figlio di Nicola Palladino.

La “RDP costruzioni Srl” è stata costituita, con atto del notaio Raffaele Orsi, in Santa Maria Capua Vetere, il 3 maggio 2006, nell’ambito della strategia di Nicola Palladino, avvalendosi della collaborazione del suo socio storico Aniello D’Amico (imprenditore di San Prisco) e di un nuovo sodale, Giovanni Ricciardi. Davanti al notaio si presentarono, per la costituzione della società, Giuseppe Ricciardi, nato nel 1935, pensionato, padre di Giovanni Ricciardi; Antonio D’Amico, nato nel 1988, appena diciottenne al momento della stesura dell’atto, figlio di Aniello D’Amico; e Aniello Palladino, nato nel 1985, all’epoca ventunenne, figlio di Nicola Palladino. Ognuno dei tre sottoscrisse una quota di 4.000 Euro, per un capitale sociale complessivo di 12.000 Euro. Giovanni Ricciardi fu nominato amministratore unico. Con decreto emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli Direzione distrettuale antimafia, in data 5 dicembre 2011, nell’ambito del procedimento penale numero 2528/2010, è stato disposto il sequestro preventivo d’urgenza della quota del socio Aniello Palladino, ritenuto evidentemente – e a ragione – un semplice prestanome del padre Nicola Palladino.

Non sappiamo quali siano state le considerazioni che abbiano consigliato alla famiglia Chianese di affidarsi proprio all’impresa edile dell’imprenditore camorrista Nicola Palladino per la realizzazione dello stabilimento pignatarese della “Original Birth Spa”. Forse ce lo faranno sapere i proprietari e i manager della “Original Birth Spa”. I proprietari (i fratelli Salvatore e Felice Chianese) devono essere davvero amanti del brivido. Originari, infatti, dell’area di Marano di Napoli, regno della famiglia mafiosa dei Nuvoletta, per mettere su il nuovo stabilimento i fratelli Chianese non hanno trovato di meglio che piazzarsi pericolosamente all’ombra del bunker della cosca mafiosa dei Lubrano, imparentati con gli stessi Nuvoletta.

Va segnalato, inoltre, un “giallo” che sicuramente l’Ufficio tecnico del Comune di Pignataro Maggiore vorrà chiarire al più presto, a cominciare dal dirigente ingegnere Girolamo Parente per finire al geometra Raffaele Vito, che ha curato l’istruttoria per il rilascio del permesso di costruire alla “Original Birth Spa”. Il “giallo” riguarda il terreno per complessivi 38.000 metri quadrati acquistato dai Chianese per il loro stabilimento. Di 26.000 metri quadrati esiste l’atto di compravendita e si sa che il terreno in questione fu venduto alla “Original Birth Spa” da Angelo Formicola (19.399) e Tommaso Bovenzi (6.690); dei restanti 12.000 metri quadrati di terreno, non si trova (per ora) l’atto notarile, ma l’ingegnere Girolamo Parente e il geometra Raffaele Vito hanno promesso che sicuramente lo troveranno nei meandri dell’Ufficio tecnico comunale. Da chi furono venduti ai Chianese questi 12.000 metri quadrati di terreno, in un’area dove incombe la famiglia mafiosa dei Lubrano? Attendiamo lumi.

In ogni caso, non c’è da preoccuparsi per il “giallo” dei 12.000 metri quadrati. Il contesto (zona di influenza dei Lubrano-Nuvoletta) e i personaggi (per esempio, il detenuto “casalese” Nicola Palladino) coinvolti nell’affare potrebbero far accendere i riflettori dei valorosi magistrati della Direzione distrettuale antimafia che, ne siamo certi, esporrebbero motivazioni più convincenti e cogenti – rispetto a quelle, molto deboli, dei giornalisti – per far accelerare la ricerca nei meandri dell’Ufficio tecnico del Comune di Pignataro Maggiore. Dagli inquilini politici di Palazzo Scorpio (sede dell’Amministrazione comunale), invece, di maggioranza o di minoranza, vorremmo sapere se esiste agli atti qualche iniziativa (lettera o altro documento) relativo all’atteggiamento della passata Amministrazione Magliocca-Mazzuoccolo sull’arrivo della “Original Birth Spa” a Pignataro Maggiore e sull’area interessata all’insediamento. Forse non c’entra niente, ma il famigerato Nicola Palladino vanta intensi rapporti con gli imprenditori Giulio Parisi e Mario Turino, entrambi molto vicini all’ex sindaco Giorgio Magliocca. Pericolosamente vicini.

Rosa Parchi da http://pignataronews.myblog.it

Commenta con Facebook

Condividi i nostri articoli

DeliciousGoogleYahooBloggerMyspaceRSS

One Response to Nella costruzione della “Original Birth Spa” spunta anche la RDP riconducibile a Nicola Palladino

  1. Samuel Rispondi

    30 aprile 2014 at 21:57

    Blog indubbiamente ben formulato. Anche noi scriviamo di materie affini sul nostro sito http://www.fazland.com . Abbiamo una sezione e se foste interessati potremmo postare vicendevolmente un articolo sui nostri siti. Penso che possiamo beneficiarne entrambi al fine di avere nuovi utenti. Se siete interessati potete scriverci direttamente sul sito cliccando su “Supporto”. Grazie.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *